Blog

Mostra contenuto corrente come feed RSS

Blog


41 - 50 di 54 risultati
Pubblicato il da

Ansia: una risposta alla paura

Leggi tutto il messaggio: Ansia: una risposta alla paura

L’Ansia è un fenomeno normale di cui tutti facciamo esperienza in continuazione, seppure in misura e con frequenza molto variabile, che appartiene alla sfera delle emozioni ed è avvertita come sensazione di attesa di qualcosa d'indefinito e spiacevole, una sorta di incombenza minacciosa, una irrequietezza psichica non identificabile né definibile con precisione.


Si tratta, difatti, di un eccitamento fisiologico dell’organismo che si esprime con sensazioni di varia intensità, a cui è possibile dare più di una chiave di lettura interpretativa. Provare ansia significa sentirsi continuamente all'erta, ingigantire il valore dei fatti, vivere le situazioni con una intensità emotiva assillante e discordante con la realtà, essere troppo vulnerabili per rispondere in modo opportuno agli stimoli e alle pressioni ambientali.


Generalmente viene considerata una risposta alla paura in mancanza di uno stimolo appropriato, per meglio dire, si tratta di una reazione emotiva, simile a quella della paura, che si manifesta in assenza di un motivo apparente che vada ad elicitare tale risposta.

Questa reazione di allarme non è esclusivamente una peculiarità dell'uomo e si ritrova infatti anche negli animali: di fronte ad una minaccia o pericolo l'animale mette in atto una serie di modificazioni fisiche che sono funzionali ad affrontare la minaccia o tramite l'eliminazione diretta del pericolo (attacco) o tramite l'allontanamento dalla minaccia (fuga).


Ciò sottolinea l'importanza della reazione di allarme come condizione che facilita la sopravvivenza dell'animale. Anche nell'uomo l'ansia, come reazione di allarme, ha un'importante funzione adattativa. L'ansia, dunque, essendo un meccanismo che fa parte del nostro sistema di attivazione di fronte a situazioni nuove o impreviste di pericolo, può dimostrarsi vantaggiosa ad un certo grado e durata. 

Entro certi limiti l'ansia è utile, anzi, necessaria. L'ansia cessa la sua funzione positiva quando è troppa, quando non è più utile e, quindi, diviene negativa per l'individuo. Gli stati di ansia possono avere intensità variabile, da un lieve senso di irrequietezza e di indefinito malessere generale a uno stato di tensione interno fino a forme acute di panico.

 

Nelle forme più lievi il soggetto si sente a disagio, inquieto, teso, insoddisfatto. Avverte un senso di tensione che non riesce a giustificare. Nelle forme più gravi si possono provare sensazioni di irrealtà e di sbandamento o di vertigine, come se le gambe non reggessero e si perdesse il senso dell'equilibrio.

In quanto accentuazione della sensazione di paura, l’ansia indica il timore di pericolo o la minaccia al proprio benessere. Questo senso di minaccia si esprime con molte sensazioni fisiche - il "linguaggio corporeo" dell'ansia - che possono diventare a loro volta motivo di preoccupazione: 

  1. Sintomi cardiovascolari: tachicardia, palpitazioni, extrasistolia, aritmia, dolore o fastidio al petto, ipertensione o cali di pressione, svenimento;
  2. Sintomi respiratori: dispnea, sensazione di soffocamento, sensazione di nodo alla gola, asma;
  3. Sintomi gastrointestinali: nausea, gastrite, reflusso gastroesofageo, diarrea, sindrome del colon irritabile;
  4. Sintomi neuromuscolari: sensazione di sbandamento (gambe traballanti), tremore, rigidità, parestesie (sensazione di torpore e formicolio), contratture, tensione muscolare, debolezza e affaticabilità;
  5. Sintomi neurologici: vertigini, sensazione di “testa vuota” o leggera, sensazione di sbandamento, tremore e vampate di calore;
  6. Sintomi dermatologici: orticaria, rossore o pallore del volto, iperidrosi (eccessiva sudorazione), psoriasi;
  7. Sintomi urinari: impulso improvviso ad urinare, aumento della frequenza dell’orinazione.


L’elenco proposto non è certamente esaustivo, in quanto la manifestazione corporea dell’ansia è multiforme e varia notevolmente da persona a persona; inoltre, è stato osservato che uno stato di ansia costante espone al rischio di insorgenza o peggioramento di molte patologie psicosomatiche.


Quando lo stato d'ansia è prolungato, questi sintomi possono essere vissuti come una malattia. Una delle cose più importanti da sapere per una persona gravemente ansiosa è che le sensazioni che sta provando non sono pericolose. Il polso che corre o il cuore che batte, le vertigini o la nausea, il desiderio di gridare o piangere o battere sul tavolo: nessuna di queste reazioni fisiche o emotive indica che la persona è pericolosamente malata o sta per diventare pazza. Sono soltanto sensazioni spiacevoli e fastidiose. Ma possono essere tollerate fino a quando non andranno via. E andranno via!


Un importante strumento utilizzato nel trattamento dell’ansia è, inoltre, la focalizzazione nel presente, in quanto la persona che soffre d’ansia è orientata al futuro, un futuro che viene vissuto come anticipazione, progettazione, pianificazione, aspettativa, speranza o anche timore o disperazione e quindi spesso percepito come catastrofico. La focalizzazione nel presente, nel qui ed ora dell’esperienza, permette di interrompere le proiezioni nel futuro. 


Come lo psicologo può aiutare una persona afflitta da uno stato d’ansia permanente? 


Compito dello psicologo è facilitare il recupero del sentire le proprie emozioni e aiutare la persona a entrare in contatto con la propria realtà interiore attraverso un’attenta analisi della storia personale, delle sue condizioni di vita, della qualità delle sue relazioni presenti e passate, dei fattori di stress, dei bisogni insoddisfatti, del livello di frustrazione, della qualità delle risposte comportamentali alle richieste dell’ambiente, del livello di efficacia di tali risposte ai fini del conseguimento del benessere e degli eventuali comportamenti inadeguati da cui ha origine parte del malessere. Lo psicologo può aiutare la persona in preda a stati emotivi tanto invalidanti a vedere cosa può cambiare per dare alla propria vita una migliore qualità, tornando a porre al centro di essa i propri bisogni e proprie necessità più autentiche, nel pieno rispetto della sua persona.


Il sostegno psicologico aiuta a comprendere i motivi profondi che hanno causato il sintomo, insegna a giungere all’accettazione del proprio modo di essere, a divenire semplicemente se stessi, con i propri limiti e le proprie imperfezioni, a liberare l’energia vitale al servizio dei propri bisogni interiori. 


L’uso di ansiolitici può ridurre i livelli di ansia, ma a lungo andare si rivelano una soluzione senza via di uscita, poiché il farmaco è efficace fintanto che la persona continua ad assumerlo, in poche parole, il farmaco cura gli effetti del malessere ma non le cause. Essi possono, nei casi più gravi, rappresentare un buon coadiuvante a breve termine dell’intervento di sostegno psicologico, almeno finché questo non inizierà a produrre i suoi frutti.

Dott.ssa Chiara Raimondi - Psicologa e psicoterapeuta

Leggi tutto il messaggio
Pubblicato il da

La menopausa è una fase della vita

Leggi tutto il messaggio: La menopausa è una fase della vita

La menopausa non è una malattia, ma una fase della vita della donna  in cui si verificano dei cambiamenti naturali.


La mancanza di estrogeni espone ad un aumentato  rischio per l’osteoporosi  e per le malattie cardiovascolari come l’infarto, l’ictus e l’ipertensione,  oltre a provocare alcuni disturbi tipici della menopausa come le vampate, l’insonnia, i disturbi dell’umore.


E’comunque possibile prevenire questi disturbi e ridurre il rischio del sovrappeso attraverso un sano stile di vita che preveda un’attività fisica costante e regolare e un’alimentazione equilibrata come la dieta mediterranea.
La dieta mediterranea si basa sulla prevalenza di alimenti di origine vegetale come legumi, frutta, verdura, pasta, pane, riso, farro, orzo, olio d’oliva.
Prevede anche alimenti proteici di origine animale come latte e derivati, il pesce, le carni bianche e le uova, che devono essere alternati a quelli di origine vegetale (legumi) e consumati senza eccedere.


Esistono alcuni tipi di alimenti che possono aiutare a combattere i disturbi  legati alla menopausa grazie al loro contenuto di fitoestrogeni, sostanze contenute nei vegetali e che possiedono una debole azione ormonale simile a quella degli estrogeni femminili.
Contengono fitoestrogeni i legumi (fagioli, ceci, lenticchie, piselli), riso integrale, cavoli, broccoli, tofu, melograno, rafano, rabarbaro, finocchio, the verde, salvia, mandorle, noci, semi di lino, la soia.

 

Anche i Bioflavonoidi hanno un’attività simil-estrogenica, migliorano le vampate, l’ansia, gli sbalzi d’umore e l’irritabilità. Ne sono particolarmente ricchi gli agrumi, le ciliegie, il grano saraceno, la rosa canina, i peperoni verdi.

 

Non dimentichiamo infine  di bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno e limitare molto il consumo di dolci ricci di zuccheri semplici e grassi.

                                                       Dr.ssa Serafina Ricci - Biologa

Leggi tutto il messaggio
Altre informazioni: menopausa
Pubblicato il da

Aerosol e oli essenziali

Leggi tutto il messaggio: Aerosol e oli essenziali

Lo sapevi che nell'aerosol è possibile utilizzare anche gli oli essenziali come l'eucalipto, la lavanda, il pino, il timo o le miscele per i suffumigi?

 

Con le opportune diluizioni di acqua fisiologica esplicano, tramite l'aerosolterapia, le loro proprietà fluidificanti e antisettiche sulle prime vie respiratorie, accostandosi così alle terapie farmacologiche dove necessarie.

 

Dopo la seduta di aerosol con oli essenziali è raccomandabile la normale pulizia dell'apparecchio.

Leggi tutto il messaggio
Altre informazioni: aerosol
Pubblicato il da

Consigli gratuiti per una corretta igiene orale

Leggi tutto il messaggio: Consigli gratuiti per una corretta igiene orale

30 NOVEMBRE 2016. Presso la nostra parafarmacia si terranno degli incontri individuali GRATUITI per parlare dei benefici di una corretta igiene orale a tutte le età.
Per te un piccolo gadget in omaggio.

Prenotati subito!

Leggi tutto il messaggio
Altre informazioni: igiene orale
Pubblicato il da

Com'è classificata l'Acqua di Sirmione?

Leggi tutto il messaggio: Com'è classificata l'Acqua di Sirmione?

Acqua minerale Ipertermale. Perchè è sorgiva (nasce da più di 800 metri di quota), batteriologicamente pura, con un residuo fisso maggiore di 50 g/l (dal Monte Baldo scende giù fino a più di 2100 metri sotto il livello del mare) e sgorga a una temperatura di 69 gradi centigradi.

Inoltre è anche classificata come sulfurea salsobromoiodica, per le notevoli quantità di zolfo, sodio, bromo e iodio contenute.

Leggi tutto il messaggio
Altre informazioni: acqua di sirmione
Pubblicato il da

La Tisana è anche terapeutica?

Leggi tutto il messaggio: La Tisana è anche terapeutica?

Con l’arrivo dell’inverno il desiderio di sorseggiare una bevanda calda, magari davanti la tv, aumenta e la tisana rappresenta una valida alternativa alle bevande più caloriche. Oltre a soddisfare il palato aiuta il nostro organismo, infatti sotto forma di infuso, decotto o macerato, la tisana, ottenuta dalla miscela di due o più erbe, sfrutta le qualità curative delle piante consentendo di alleviare piccoli disturbi.

 

La tisana è una soluzione diluita di sostanze medicinali di origine vegetale. Un miscuglio di più piante all’interno del quale troviamo: una o più erbe principali, a cui vengono attribuite proprietà terapeutiche (epatiche, depurative, digestive, sedative..), uno o più adiuvanti, ovvero le piante che integrano e ampliano l’azione dell’erba principale, ed eventuali correttori del gusto che hanno solo la funzione di migliorare le proprietà organolettiche della soluzione e per questo non sono indispensabili.

 

E’ quindi il modo più semplice per usufruire dei benefici delle piante officinali, quello più antico e diffuso in tutte le tradizioni culturali. Una tisana può essere adattata inoltre alle esigenze della singola persona. Un trattamento su misura, quindi, che tiene conto della globalità del soggetto. 

 

Le sue qualità sono tante e diverse quanto sono tante e diverse le erbe e i fiori che vengono utilizzate per realizzarle.

 

Trattandosi di rimedi molto blandi, non ci sono grosse controindicazioni da tenere presenti nell’ utilizzo delle tisane ma non bisogna dimenticare che alcune erbe possono avere interazioni con farmaci, o con particolari patologie o condizioni.

 

                                                                        Dr.ssa Serafina Ricci - Biologa

Leggi tutto il messaggio
Altre informazioni: tisana
Pubblicato il da

"A San Martino ogni mosto diventa vino"

Leggi tutto il messaggio: "A San Martino ogni mosto diventa vino"

Lo sapevate che il Resveratrolo, fenolo presente nella buccia dell'acino d'uva, per proteggerla da agenti patogeni quali batteri e funghi, ha proprietà antiossidanti grazie alle quali sembra ridurre l'incidenza di malattie cardiovascolari per riduzione del colesterolo LDL, riduzione della pressione sanguigna, inibizione dell'aggregazione piastrinica

Svolge un'azione protettiva contro le malattie cardiovascolari nelle donne in menopausa e ha anche mostrato in numerosi studi la capacità di potenziare le risposte immunitarie dell'organismo.

Ovviamente il nostro consiglio non é di bere vino in quantità per godere di tutti questi benefici! Vi consigliamo invece, dove necessario, di assumere integratori alimentari specifici come Resveratrolo 100% Pharmalife.

Leggi tutto il messaggio
Altre informazioni: resveratrolo
Pubblicato il da

Multicentrum Mamma

Leggi tutto il messaggio: Multicentrum Mamma

Lo sapevi che il fabbisogno giornaliero di ACIDO FOLICO per gli adulti è stato valutato in 200 mcg?
Normalmente tale quota è facilmente raggiungibile inserendo in una dieta varia ed equilibrata alimenti vegetali, freschi e consumati crudi o poco cotti. Nelle donne in gravidanza il fabbisogno di acido folico raddoppia!!!

E' per questo motivo che durante la gravidanza e l'allattamento è necessario implementare una alimentazione sana con integratori contenenti folati per la salute della mamma e del feto (per prevenire la formazione della spina bifida, una grave malformazione del tubo neurale).

Multicentrum Mamma è un integratore alimentare multivitaminico e multiminerale formulato specificatamente per le donne in gravidanza! 

Leggi tutto il messaggio
Altre informazioni: acido folico
Pubblicato il da

E se non mangio carne?

Leggi tutto il messaggio: E se non mangio carne?

Ecco il solito quesito che chiunque, vegetariano o vegan, si sente rivolgere. Per chi si è lasciato alle spalle carne, pesce (ma anche formaggi, uova e qualsiasi derivato animale) questo interrogativo non rappresenta che un falso problema, al quale con facilità si può rispondere.

Le false credenze sulle proprietà nutrizionali indispensabili della carne sono purtroppo dure a morire; in questi ultimi decenni la richiesta di alimenti animali è lievitata soprattutto in conseguenza delle forti pressioni pubblicitarie esercitate dalle lobby dei produttori dell’industria carnea. Ecco allora alcuni alimenti (reperibili in tutti i negozi di prodotti naturali) che, facili da preparare e di rapida cottura, forniscono proteine ed altri elementi essenziali, privi di tutte le nocività che la carne comporta.

LA SOIA, é una leguminosa di cui esistono numerose varietà, di grande rilevanza per l’aspetto nutrizionale: fondamentale per l’apporto di proteine, sali minerali e oligoelementi, acido linoleico e di lecitina. Dalla sua farina si ricavano i cosiddetti “ristrutturati di soia”, cioè le Bistecche di soia, il Granulare di soia e lo Spezzatino di soia: il loro utilizzo è molto semplice.

Bisogna far bollire per circa 20 minuti la quantità desiderata in acqua pari a tre volte il volume del prodotto, lasciar riposare per 30 minuti e strizzare bene per eliminare l’acqua in eccesso; poi cucinare a piacimento con aromi e spezie. Diverse sono le varietà di soia: - Soia rossa (azuki), si presenta sotto forma di piccoli fagioli, ideale per la preparazione di minestre , contorni e insalate; - soia verde, simile alle lenticchie, molto facile da preparare nelle zuppe o con altri cereali; - soia gialla, da cui vengono realizzati diversi prodotti come il “latte di soia”, più digeribile e nutriente del latte animale, adatto per chi soffre di allergie alimentari.

IL TOFU, conosciuto come “formaggio di soia”, è ricco di grassi insaturi, di vitamine e di ferro ed è molto più digeribile della carne e del formaggio; contiene lecitina e il suo consumo quindi contribuisce a mantenere bassi i valori del colesterolo sanguigno.

IL TEMPEH, il più ricco tra gli alimenti proteici vegetali, si ricava da soia cotta e fermentata. Molto saporito, si usa come il Tofu. Sempre dalla soia si ottengono il Miso (ricco di proteine, enzimi e di fermenti lattici, ottimo come integratore alimentare), il Tamari (condimento saporito, ricco di proteine e ideale per condire piatti caldi e freddi), la Salsa Shoyu (simile al Tamari ma con un sapore meno forte e una consistenza più liquida).

IL SEITAN, é il glutine, cioè la parte proteica del grano. Si ottiene con un procedimento meccanico che lo separa dall’amido. Viene cotto con vari aromi grazie ai quali acquista un caratteristico sapore. E’ privo di grassi saturi e di colesterolo e lo si può acquistare anche precotto, a fettine semplici e veloci da cucinare con gli opportuni contorni.

LE ALGHE, alimento ricco di preziose sostanze (amminoacidi, carboidrati, grassi insaturi, sali minerali e vitamine). Preparate opportunamente, possono essere aggiunte a zuppe o minestre (alghe Kombu), a insalate (alghe Wakame, Hijiki e Arame), o tostate (alghe Nori).

                                              dr.ssa Serafina Ricci

Leggi tutto il messaggio
Pubblicato il da

Consulenza Nutrizionale Gratuita

Leggi tutto il messaggio: Consulenza Nutrizionale Gratuita

Lunedì 21 Novembre presso la nostra parafarmacia, potrete fare domande alla nutrizionista dr.ssa Serafina Ricci sulla nutrizione dei bambini, degli adolescenti e degli adulti e chiedere consigli per una sana alimentazione al fine di migliorare la qualità della propria vita e mantenere uno stato di benessere.

La consulenza è gratuita! Non mancare!

L'incontro sarà individuale per una durata massima di 20 min.

orari evento: 9:00-12:30 / 16:00-19:30

Servizio usufruibile previa prenotazione al numero: 080 556 3900

Leggi tutto il messaggio
Altre informazioni: consulenza gratuita
41 - 50 di 54 risultati