Pubblicato il da

E se non mangio carne?

E se non mangio carne?

Ecco il solito quesito che chiunque, vegetariano o vegan, si sente rivolgere. Per chi si è lasciato alle spalle carne, pesce (ma anche formaggi, uova e qualsiasi derivato animale) questo interrogativo non rappresenta che un falso problema, al quale con facilità si può rispondere.

Le false credenze sulle proprietà nutrizionali indispensabili della carne sono purtroppo dure a morire; in questi ultimi decenni la richiesta di alimenti animali è lievitata soprattutto in conseguenza delle forti pressioni pubblicitarie esercitate dalle lobby dei produttori dell’industria carnea. Ecco allora alcuni alimenti (reperibili in tutti i negozi di prodotti naturali) che, facili da preparare e di rapida cottura, forniscono proteine ed altri elementi essenziali, privi di tutte le nocività che la carne comporta.

LA SOIA, é una leguminosa di cui esistono numerose varietà, di grande rilevanza per l’aspetto nutrizionale: fondamentale per l’apporto di proteine, sali minerali e oligoelementi, acido linoleico e di lecitina. Dalla sua farina si ricavano i cosiddetti “ristrutturati di soia”, cioè le Bistecche di soia, il Granulare di soia e lo Spezzatino di soia: il loro utilizzo è molto semplice.

Bisogna far bollire per circa 20 minuti la quantità desiderata in acqua pari a tre volte il volume del prodotto, lasciar riposare per 30 minuti e strizzare bene per eliminare l’acqua in eccesso; poi cucinare a piacimento con aromi e spezie. Diverse sono le varietà di soia: - Soia rossa (azuki), si presenta sotto forma di piccoli fagioli, ideale per la preparazione di minestre , contorni e insalate; - soia verde, simile alle lenticchie, molto facile da preparare nelle zuppe o con altri cereali; - soia gialla, da cui vengono realizzati diversi prodotti come il “latte di soia”, più digeribile e nutriente del latte animale, adatto per chi soffre di allergie alimentari.

IL TOFU, conosciuto come “formaggio di soia”, è ricco di grassi insaturi, di vitamine e di ferro ed è molto più digeribile della carne e del formaggio; contiene lecitina e il suo consumo quindi contribuisce a mantenere bassi i valori del colesterolo sanguigno.

IL TEMPEH, il più ricco tra gli alimenti proteici vegetali, si ricava da soia cotta e fermentata. Molto saporito, si usa come il Tofu. Sempre dalla soia si ottengono il Miso (ricco di proteine, enzimi e di fermenti lattici, ottimo come integratore alimentare), il Tamari (condimento saporito, ricco di proteine e ideale per condire piatti caldi e freddi), la Salsa Shoyu (simile al Tamari ma con un sapore meno forte e una consistenza più liquida).

IL SEITAN, é il glutine, cioè la parte proteica del grano. Si ottiene con un procedimento meccanico che lo separa dall’amido. Viene cotto con vari aromi grazie ai quali acquista un caratteristico sapore. E’ privo di grassi saturi e di colesterolo e lo si può acquistare anche precotto, a fettine semplici e veloci da cucinare con gli opportuni contorni.

LE ALGHE, alimento ricco di preziose sostanze (amminoacidi, carboidrati, grassi insaturi, sali minerali e vitamine). Preparate opportunamente, possono essere aggiunte a zuppe o minestre (alghe Kombu), a insalate (alghe Wakame, Hijiki e Arame), o tostate (alghe Nori).

                                              dr.ssa Serafina Ricci

Commenti: 0

Soltanto i clienti registrati possono pubblicare commenti.
Accedi e pubblica commento Registrati ora